Piano Solo Jason Lindner

Jason-Lindner2
JAZZ RECITAL
JASON LINDNER (U.S.A.)
PIANO SOLO JAZZ RECITAL
SABATO 22 AGOSTO ORE 19.00
STABILIMENTO BALNEARE “AI DELFINI”*
LOC. LAGHETTO BRESCHI, ALBINIA
Ingresso €8 adulti \ €5 under 18
Info e prenotazioni +393892428801
info@orbetellopianofestival.it
*in caso di pioggia il concerto si terrà presso l’Auditorium, Orbetello
programma-sala-orbetello-piano-festival

Start

22 agosto 2015 - 19:00

End

Address

Stabilimento balneare “ai delfini” - Loc. laghetto Breschi, Albinia   View map

JASON LINDNER (U.S.A.)

Piano Solo Jazz recital

 Jason Lindner

“Un ragazzo di Brooklyn dalle ampie vedute è diventato uno dei tastieristi più interessanti del jazz contemporaneo, con una identità che attraversa generi, culture, modelli e tecnologie”. Così viene descritto Jason Lindner dal Jazz Times Magazine, prestigiosa rivista americana di musica contemporanea. Dopo aver studiato con i suoi mentori Barry Harris e Chris Anderson, Jason Linder ha trascorso i suoi esordi suonando nei club di New York sotto la guida di alcuni tra i più importanti veterani del jazz americano. In questi luoghi Jason ha dato vita prima alla sua Big Band, lanciata al resto del mondo da Chick Corea – che ha definito Lindner “un universo di suoni” – poi, dando voce alla sua espressione musicale di stampo elettronico attraverso collaborazioni con prestigiosi nomi del mondo musicale internazionale come Laurin Hill e Mshell Ndegeocello che hanno fatto da volano alla produzione dell’album “Now Vs Now” – progetto differente da quello definito prettamente jazzistico – dal groove futuristico ed elettronico che abbraccia ogni espressione e genere musicale. Now Vs Now è stato definito dal New York Times come “un singolare corredo di suoni dal groove sostenuto, rivolto ad offrire una coinvolgente esperienza tra mente e corpo”.

Nel suo progetto di piano solo, Jason Lindner ritorna alle radici acustiche del suo primo strumento, il cui approccio è iniziato in tenerissima età, utilizzando uno stile unico, se lo si considera nella prospettiva ritmica e nella sua propensione ad attraversare le diverse impollinazioni culturali. L’esperienza elettronica e la sua affinità con un groove multiculturale, sono per Jason il background ideale per esplorare dimensioni musicali tra sogno e realtà, una sorta di “trance” alla quale arriva usando un incastro di sincopi e tematiche groove, dai ritmi che sebbene complessi, riescono sempre ad essere comunicativi.

Lo stile di Jason Lindner racconta la sua esperienza di vita, all’origine della sua ispirazione musicale e qui presentato in un recital inedito. La musica di Jason non è fatta di “staticità” ma di azioni ed esperienze vissute, in un gioco di interazione umana dove è fondamentale sperimentare sempre, oltre, verso il futuro, ma con la consapevolezza di vivere sempre ogni istante del presente. “Il ritmo per Jason è più di un semplice battito cardiaco: è come l’attività vitale che coinvolge ogni organo del corpo e i suoi neuroni. Ciò che più conta in tutto questo è il groove, inteso appunto come energia vitale, in qualunque modo lo si tratti” (cit. The New York Times). 

programma-sala-orbetello-piano-festival ">+ GOOGLE CALENDAR  + ICAL IMPORT