skip to Main Content

Domenica 24 Marzo ore 21.15
Duomo di Orbetello

Gran Gala Mozartiano

Le più belle arie e sinfonie del genio di Salisburgo

Orchestra sinfonica Città di Grosseto
Hakan Sensoy direttore
Teyfik Rodos basso

PROGRAMMA

W. A. Mozart (1756-1791)

Idomeneo
Ouverture K. 366 per orchestra
“Così dunque tradisci”-“Aspri rimorsi atroci”, Recitativo e Aria K. 432 (421a) per Basso e orchestra
“Mentre ti lascio, o figlia”, Aria K513 per Basso e orchestra

Il Ratto dal serraglio
Ouverture K. 384 per orchestra
“Un bacio di mano”, Aria K. 541 per Basso e orchestra

Don Giovanni
“Madamina, il catalogo e’ questo”, Aria per Basso e orchestra K. 527

Le nozze di Figaro
Ouverture K. 492

Don Giovanni
Ouverture K. 527 per orchestra

Sinfonia n. 35 in re maggiore K. 385 “Haffner“
(Allegro con spirito – Andante – Minuetto – Presto)

Ingresso a offerta libera

CONCERTO DI BENEFICENZA
I fondi raccolti saranno destinati all’opera missionaria del padre gesuita Angelo Gherardi per il funzionamento dell’ospedale “Buon Samaritano” di Biobè in Ciad

 

Tevfik Rodos ha iniziato a frequentare le lezioni di canto nel Conservatorio di Stato di Smirne (Turchia). Ha studiato canto con S. Aydan e M. Bayraşa e recitazione con N. Aydin; si è diplomato presso lo stesso Conservatorio nel 1990 e lo stesso anno ha iniziato a lavorare all’Opera di Stato di Smirne. Il suo primo ruolo importante è stato Don Pasquale nel 1991, e nel ’93 in Macbeth a Burgas (Bulgaria). Nel 2001 a Vienna studia con J. Nesterenko. All’Opera di Stato di Smirne ha interpretato importanti ruoli spaziando in un vasto repertorio che comprende opere di Mozart (Don Giovanni, Così fan tutte, Il flauto magico, Requiem), Verdi (Rigoletto, Nabucco, Traviata, Simon Boccanegra, Macbeth, Aida, Un ballo in maschera, Messa da requiem), Puccini (Tosca, Bohème, Madama Butterfly), Rossini (Il barbiere di Siviglia, Il turco in Italia, Stabat Mater), Donizetti, Bizet, Haendel, Beethoven, Wagner, e altri ancora. Numerosi e acclamati anche i recitals sia con pianoforte che con orchestra. Nel 2005 canta il Requiem di Verdi a Marl, in Germania, e a Smirne all’Ephesus Antique Theatre. Ha debuttato in “Çanakkale Çanakkale” (2006) e “Aydınlığın adı Atatürk” (2007), oratori scritti da Ali Hoca. Nel 2009, all’Opera di Stato di Smirne, ha preso parte alla prima mondiale della “Merte de Garcilaso” di Rupert Chapi (Capitan Lara), eseguita anche a Toledo (Spagna) e registrata in dvd. Si è esibito in molti paesi come Spagna (Gijon, 2010), Olanda (Amsterdam, 2012) ed Egitto (Il Cairo, Alessandria). Ha interpretato “Yunus Emre Oratorio” di A. A. Saygun in Germania (Osnabrück), performance registrata su CD. Nel giugno 2017, Rodos ha fatto un tour in Sud America con il violinista Cihat Aşkın e il pianista Mehru Ensari. Il Trio ha tenuto quattro concerti in Brasile e in Argentina, e ha ricevuto il premio d’onore e la medaglia della città di Buenos Aires. Inoltre Rodos fa parte e tiene ancora concerti con l’ensemble “Tre Bassi” con i suoi colleghi Tuncay Kurtoğlu (Ankara State Opera) e Zafer Erdaş (Istanbul State Opera) in Turchia e all’estero.
Attualmente Rodos lavora come solista all’Opera di Stato di Smirne, come direttore artistico della “Hikmet Şimşek Concert Hall” e come coordinatore artistico della “Karşıyaka Chamber Orchestra”.

Hakan Şensoy è violinista e direttore d’orchestra di fama mondiale. La sua carriera inizia al Conservatorio di Istanbul, ove segue il “programma speciale accelerato di violino per giovani prodigi”, tenuto dal Professor A. Turan. Si perfeziona con T. Williams al London Royal College of Music, col violinista e pedagogo russo V. Pikisen e infine con A. Erduran, celebre artista turco. A soli 16 anni inizia gli studi per Direzione d’Orchestra e contestualmente viene nominato “Miglior artista dell’anno” dalla Filarmonica di Istanbul. Lo stesso anno riceve il premio più importante della Technical University di Istanbul, assegnato solo quattro volte in 240 anni di storia dell’istituto. Dopo la sua prima esperienza solista all’età di 13 anni, appare in tale veste nelle migliori sale da concerto europee, incluse l’Auditorium del Louvre di Parigi e la Carnegie Hall di New York. Partecipa a numerosi festival internazionali, come il Festival Cristoforo Colombo di Bari, i Festival musicali di Istanbul, di Izmir e di Ankara, il Festival di Musica da Camera di Brasov, il “Falsterbonasets”, festival estivo di Malmöe e il Festival musicale di Karlskrona in Svezia. Inoltre, si esibisce in Italia, Francia, Bulgaria, USA, Romania, Lituania, Inghilterra, Azerbaijan, Estonia, Svezia, Venezuela, Messico, Repubblica Ceca, Cipro e Turchia. Ha diretto e suonato le prime mondiali di diverse opere scritte da compositori contemporanei. Numerose le riprese in programmi radiofonici e televisivi di tutto il mondo e le sue performances, sia come violinista sia come direttore, registrate da Kalan Music e da AFM Records. È molto noto come compositore di brani di successo popolare in Turchia dove ha pubblicato molti CD tra cui: The Eagien Balcanic Dances con musicisti della tradizione turca Kemençe e EIhsan Özgen; Şensoy Plays Tura e Istanbul con Cihat Aşkın e Aşkın Ensemble. Ha inoltre conseguito il dottorato di musica alla Technical University di Istanbul, ove attualmente è docente di violino.

0
Back To Top